SCENARI DI GUERRA

Il libero arbitrio, l'opinione personale, per quanto possano sempre andar bene, potrebbero spesso risultare paradossali sul perché ci si interessi di tematiche a beneficio della propria comunità: come a dire che se il troppo sale fa male, siccome io credo non sia così e divento parte presa in favore del troppo sale, allora è inevitabile che possa diventare un dilemma il beneficio che svolgo nei confronti della mia comunità (se non fosse per un problema del genere, non sussisterebbe neanche la motivazione del perché un certo esoterismo vuole restare ermetico).

E allora qualcuno forse è a conoscenza dei danni che in passato quella contrapposizione di tipo atlantico (Stay Behind) ha prodotto in paesi come l'Italia?

Per chi può, per chi riesce, li vediamo - e li paghiamo - ancora oggi.

Sebbene in via apparentemente sanzionatoria, una Russia che dall'asse Parigi/Berlino/Mosca ha semplicemente cambiato strategia e versante, e per sue opportune questioni.

È chiaro che qui il gioco si fa molto più variegato a confronto di una versione ideologico/propagandistica tesa ad alimentare uno scontro fra rispettive tifoserie, che vedono un V. Putin completamente avverso a quei poteri o élites, poteri che a quel punto avrebbero avuto in dono - e loro questa volta - una fulminea blitzkrieg a mo' di Pearl Harbor, un po' come quella di un V. Putin contro l'Ucraìna, comunque altrettanto disattesa.

Per il resto viene da pensare che anche da parte di quelle forze infere (che alcune cerchie di potere, in stile NASA, dovrebbero conoscere più di ogni altro) un attacco atomico su larga scala potrebbe dirsi non sia conveniente (ne andrebbe della loro sopravvivenza, forze infere che in un post (link) cito, come operatività, per il tramite degli aschenaziti, con differenziazione, ma quando a sua volta non strumentale, per ebrei/sefarditi o israeliti).

Potrebbe semmai accadere che in un impeto d'orgoglio, non ottenendo, con questa guerra e relativa strategia, una priorità di ribalta al cospetto dell'altro partner strategico Stay Behind, la Russia a un certo punto utilizzi in minima parte il nucleare nella sacrificabile Ucraìna. 

Diversamente, allo stato attuale, si potrebbe assistere a una Russia cinesizzata, fintanto che alla principale alleanza occidentale - e in primis alla Gran Bretagna - le è andata bene la ripresa, a suo modo, dell'Europa.